Home > Analisi del sangue > Prevenzione > Prostata

Prostata

 

2 PRO PSA (PHI)

NUOVO MARCATORE DI DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DELLA PROSTATA

Basta un semplice prelievo di sangue per la sua misurazione nel siero

Rispetto al PSA totale e al rapporto free/tot:

  • E' dotato di maggiore sensibilità e specificità clinica
  • Discrimina meglio e più precocemente le forme di CAP (valori elevati di 2ProPsa) dalle forme di IBP(valori normali di 2ProPsa) o dalle forma di CA insignificanti o indolenti
  • Utilizzata insieme ai dosaggi del PSA totale e libero consente di calcolare l'INDICE DI SALUTE PROSTATICO (PHI), che ha migliorato significativamente la specificità clinica relativa del PSA totale nella diagnosi di CAP in quei pazienti in età superiore a 50 anni e con valore di PSA sospetto (2.5-10).

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla segreteria

 

PCA3

IL PRIMO TEST GENETICO SPECIFICO PER IL CANCRO DELLA PROSTATA, IN UN SEMPLICE CAMPIONE DI URINE


E' un esame semplice: dopo esplorazione digito-rettale (DRE) cellule tumorali con elevati livelli di PCA3 sono liberate nelle urine; viene quindi raccolto un campione di urine di prima minzione , che va fatto pervenire al laboratorio per la determinazione del PCA score.

E' possibile richiederlo in questo Centro rivolgendosi all'Accettazione per concordare giorno e ora di consegna del campione.

Il test PROGENSA PCA3 rappresenta un utile strumento a disposizione del medico per decidere se sottoporre a biopsia prostatica i soggetti con sospetto di Pca i cui i valori di PSA nella zona clinicamente dubbia (2.5-10).

Aiuta pertanto ad evitare molte biopsie non necessarie e i conseguenti potenziali disagi e complicazioni per i soggetti interessati (dolore, sanguinamento, infezioni). Riduce inoltre le ripetizioni non necessarie di biopsie in pazienti con sospetto di Pca e biopsia negativa.

A differenza del PSA da solo, il test PCA3 è altamente specifico per il tumore prostatico, in quanto prodotto unicamente dalle cellule tumorali, non è influenzato dal volume della prostata e pertanto differenzia chiaramente il Pca dalle patologia prostatiche benigne.

 Per ulteriori informazioni rivolgersi alla segreteria

CERB CENTRO EMILIANO RICERCHE BIOMEDICHE - LABORATORIO ANALISI